Skip to main content

Full text of "Bollettini ECN Milano"

See other formats


i I 


14 settembre 1992 



Via Leoncavallo 22 - 20131 MILANO 

Tel./Fax 02 26140287 - Modem 02 2840243 

Casella Postale n. 17051 / Conto Corrente Postale n. 2231 1203 

Intestato a "Associazione delle mamme del Leoncavallo per I centri sociali autogestiti" 

RADIO ONDA DIRETTA Fm 105.600 Tel. 0337 328455 





ecn milano 14 settembre 1992 


INDICE DEI CONTENUTI 


1 

SCIOGEN.TXT 

(06 / 09 / 92) 

Lettera lavoratore a sindacati 

2 

ECNBG.TXT 

( 07 / 09 / 92 ) 

Ecn bg una realtà 1 

3 

RM20908.ASC 

( 08 / 09 / 92 ) 

Coord. citt. lotta casa su Fabr. Ceruso 

4 

RM20908B.ASC 

(08 / 09 / 92) 

Comitato sanità 1 su sciopero generale 

5 

RM20908C.ASC 

( 08 / 09 / 92 ) 

Comunicato Rifondazione Comunista Romana 

6 

IM080992.ASC 

( 08 / 09 / 92 ) 

Profanazione cimitero ebraico a Sanremo 

7 

LEGANOW.DOC 

(09 / 09 / 92 ) 

Articolo su lega per zero 

8 

MI20909.TXT 

(09 / 09 / 92 ) 

Mi LK Testo manifesto x manif. Roma 12/9 

9 

MI20910.TXT 

(10 / 09 / 92 ) 

Volantino per manifestazione 12/9 roma 

10 

MI20911.TXT 

( 11 / 09 / 92 ) 

LK Volantino per manifestazione 12/9 roma 

11 


Calendario concerti Leoncavallo 








t File : SCIOGEN.TXT 


CONTRO LA TRATTATIVA DI LUGLIO 
SCIOPERO GENERALE AUTO RGANI ZZATO 

Il 31 luglio Governo e sindacati confederali con un 
metodo da "bliz" (durante il periodo di ferrago- 
sto, con la maggior parte dei luoghi di lavoro chiusi 
per ferie ) si sono “accordati" per: 

1) eliminare la scala mobile 

2) bloccare i contratti nazionali di pubblico impiego 

3) bloccare la contrattazione integrativa aziendale 

Visti i risultati dell'intesa preferiale è facile preve- 
dere che essa demolirà' l'istituto dei contratti 
collettivi di lavoro. 

In altre parole, quello che si vuole distruggere sono 
decenni di lotte sociali e di conquiste sala- 
riali, riportando i lavoratori a quelle condizioni che 
ogni padrone ha sempre sognato: "liberta"' di 
sfruttare a bassi salari e liberta' di licenziare 
quando i profitti ed il mercato lo richiedono. 

Per salvare i profitti bisogna piegare gli operai, 
questo è il chiaro messaggio di Agnelli di alcuni 
mesi fa': "lacrime e sangue." 

Senza troppa fantasia il re del tondino, Lucchini ha 
ripetuto settimana scorsa: "sudore e sangue". 
Ovviamente il sangue è operaio: 3.000 morti per 
infortuni nel 1991! 

Diciamo basta a tutto ciò'! 

Dobbiamo essere presenti sabato 12 settembre a 
Roma alla manifestazione di rifondazione comuni- 
sta con un nostro spezzone uno spezzone anta- 
gonista che rifiuti la logica riformista delle varie 
correnti di partito e che porti in se' tutta la rabbia 
che abbiamo contro I' accordo truffa del 31 luglio. 


LETTERA APERTA DI UN LAVORATORE 
A CGIL-CSIL-UIL 

In riferimento all'accordo del 31 luglio il sottoscritto 
non ha nulla da chiedere ad un sindacato che at- 
traverso una oligarchia di comando si è fatto sin- 
dacato di regime. 

Ciò' non toglie che io esprima il mio sdegno per il 
tradimento perpetrato a danno dei lavoratori, tra- 
dimento che va a colpire anche il sentimento co- 
mune dei lavoratori hanno dell'origine e storia del 
sindacato. Di questo sindacato. 


Prendendo atto che ormai l'oligarchia sindacale è 
rappresentativa solo di se' stessaed agisce da 
veicolo di politiche del tutto estranee al mondo del 
lavoro, vi comunico che la mia adesione a questo 
sindacato ed il mantenimento della relativa tessera 
equivale in toto alla stessa adesione che i lavora- 
tori davano al sindacato di regime durante il ven- 
tennio fascista. 

ALCUNI LAVORATORI DELLA BERGAMASCA 

I COMPAGNI/E DEL COLLETTIVO COMUNISTA 

PELLE-ROSSA 

ECN BERGAMO 06/09/1992 


2 File : ECNBG.TXT 


ECN BERGAMO UNA REALTÀ 

Sono passati quasi tre mesi da quando il polo te- 
lematico bergamasco ha cominciato ad attivarsi. 

In questi tre mesi, (tra mille difficolta' di ge- 
stione), abbiamo vinto anche lo scetticismo da parte 
di alcuni compagni, i quali, dopo le varie esperienze 
passate, (vedi West Radio), si sono convinti di 
quanto uno strumento telematico di comunicazione 
come l'ECN sia quanto mal importante. 

Importante per noi vuole essere anche la massima 
diffusione di notizie, comunicati, documenti e spunti 
per dibattiti. 

Questo per noi deve avvenire all'interno della 
rete, per poi essere portato all'esterno, affinché' non 
rimanga unicamente all'interno del giro dei com- 
pagni. 

A giorni uscirà' il nostro "giornalino" telematico, una 
raccolta di notizie a livello bergamasco e nazio- 
nale, uno strumento di comunicazione che, secondo 
noi, dovrà' essere sempre maggiormente valoriz- 
zato anche al di fuori del movimento. 

Stiamo finalmente rinascendo dalle ceneri di quella 
che era la travagliata esperienza del movimento 
antagonista di Bergamo, e l'ECN viaggia di pari 
passo con noi. 

I compagni/e di Bergamo e provincia 


1 





3 File : RM20908.ASC 


Roma 8/9/ 1992 

ECN ROMA - DA: COORDINAMENTO 

CITTADINO DI LOTTA PER LA CASA 
8 settembre: Fabrizio Ceruso 

8 settembre 1974 lo stato per cercare di sconfig- 
gere I' opposi zione e le lotte proletarie per il diritto 
alla casa uccide a San Basilio il compagno Fabrizio 
Ceruso. 

8 settembre 1992 stato e sindacati cercano di in- 
fliggere un duro colpo al movimento operaio e 
proletario con feroci scelte economiche e con ac- 
cordi truffa. 

Un momento difficile nel quale il movimento anta- 
gonista deve saper accelerare processi concreti di 
lotta proletaria per dare voce all' opposizione nei 
posti di lavoro e dentro i quartieri. 

Perche' non siamo disposti a dimenticare, per ri- 
lanciare una nuova stagione di lotte sui bisogni 
negati, per il diritto alla casa, per costruire percorsi 
di liberazione. 

Venerdì 11 settembre alle ore 18.00 appuntamento 
davanti alla lapide del compagno Fabrizio Ceruso a 
San Basilio. 

Seguirà' un' assemblea popolare a cui sono invi- 
tate tutte le realta', dai posti di lavoro ai centri so- 
ciali, per discutere iniziative concrete di lotta contro 
le scelte padronali. 


4 File : RM20908B.ASC 


Roma 8/9/ 1992 

ECN ROMA - DA: COMITATO SANITÀ' 

Fermiamoli! 

E' un particolare invito quello che facciamo ai la- 
voratori di partecipare all' assemblea indetta per 
giovedì 1 0. 

Queste particolarita' nasce dal fatto che ormai 
sfugge a pochi che stanno saltando tutte le dighe 
che hanno garantito fino ad ora una serie di cardini 
di vita dei lavoratori. 


Ogni mattina apprendiamo dai giornali delle ne- 
cessita' di razziare ulteriori migliaia di miliardi sotto 
le piu' imprevedibi li forme. (Si sono perfino inven- 
tati la tassa sulle tombe) ma oltre tutto questo 
quello che sta cambiando in maniera profonda 
sono le regole del gioco: blocco dei contratti, 
blocco della scala mobile, blocco della contratta- 
zione decentrata. Il che vuol dire non solo non una 
lira in piu' ma un taglio pesante e proiettato sul fu- 
turo dei salari. 

E poi pensioni, casa, sanità', ecc.. niente viene ri- 
sparmiato. 

Chi li fermerà'? Non certo questi sindacati che 
hanno già' sottoscritto tutto. Bisogna che da ogni 
posto di lavoro nascano segnali forti di rifiuto e di 
mobilitazione contro tutto questo a cominciare dal 
rigetto totale dell' accordo sul costo del lavoro ar- 
rivando a costruire un grande sciopero generale e' 
un compito che aspetta a tutti. Sta' nella capacita' 
di superare divisioni e passività' la possibilità' che i 
lavoratori possano riprendere a contare qualcosa. 

GIOVEDÌ 10 SETTEMBRE ORE 9.30 
ASSEMBLEA 


5 File : RM20908C.ASC 


Roma 8/ 9/ 1992 

ECN ROMA - DA: RIFONDAZIONE COMUNISTA 
ROMANA 

(Comunicato stampa) 

MOBILITIAMOCI PER IL PROCESSO 

Mercoledì' 16 settembre con inizio alle ore 9.00, 
presso la corte di appello di piazzale Clodio, si 
svolgerà' il processo contro i naziskin, che la notte 
dello scorso 1 6 maggio aggredì rono 2 compagni di 
Rifondazione Comunista del circolo di Prima valle. 

Sono invitati: i compagni dei centri sociali, dei cir- 
coli comu 

nisti, le radio libere comuniste, ad essere presenti 
in aula. 


2 






6 File : IM080992.ASC 


Imperia 8/9/1 992 
COMUNICATO STAMPA 

Nella notte del 5 Settembre sono state tracciate 
scritte sulle tombe ebraiche del cimitero di Valle 
Armea di Sanremo. 

Queste scritte, inneggianti allo sterminio degli 
ebrei, siglate con la svastica non sono episodi iso- 
lati in una città dove persino i giovani fascisti del 
fronte della gioventù trovano spazio per attaccare 
in continuazione squallidi manifesti inneggianti alla 
pena di morte. A Imperia la svastica è comparsa 
già alcuni mesi fa al CENTRO DI 
DOCUMENTAZIONE l_A TALPA E L'OROLOGIO, 
dove ignoti fecero irruzione notturna, e successi- 
vamente a firmare scritte razziste contro gli immi- 
grati nella zona del mercato di Oneglia. 

Lo spazio che certa stampa e certi media hanno 
concesso alle gesta dei naziskin, in Italia come in 
Europa, ha fatto si che i topi uscissero dalle fogne 
anche nella nostra provincia. 

Questi idioti senza memoria e senza futuro, respi- 
rando l'aria e il clima di qusta Italia tutt'altro che 
solidale, delle cento leghe e degli egoismi, hanno 
probabilmente iniziato a pensare che un posto al 
sole fosse disponibile anche per loro, i nuovi de- 
menti nazisti. 

Questi vermi che agiscono soltanto di notte in- 
sozzando con i loro manifesti e le loro scritte raz- 
ziste i muri delle città, si stanno nuovamente pre- 
parando, se li lasceremo impuniti, ad iniziare la 
caccia all'ebreo, allo zingaro, alPimmigrato, 
all'omosessuale, al " diverso " di turno. 

QUESTO NON DEVE MAI PIU' CAPITARE, NON 
PERMETTEREMO CHE ACCADA! 


COMUNIC/AZIONE - AGENZIA DI STAMPA 
ANTAGONISTA IMPERIA 


7 File : LEGANOW.DOC 


FERMIAMO A LEGA!! 

Venerdì 28/8 a Conselve (PD) durante la sagra 
paesana, tra le tante bancarelle spuntava un orri- 
pilante banchetto della Lega Nord con tanto di 
bandiere, adesivi, spille e raccolta di firme. 


Invitati da un gruppo di compagni antirazzisti ad 
andarsene questi ceffi, con bastoni e mazze da 
baseball presi dalle macchine, incominciavano a 
minacciare ma nonostante questo avevano la 
peggio. 

Dai quotidiani locali si apprendono le menzogne 
dei leghisti e la loro intenzione di svolgere una 
manifestazione nazionale a Conselve. SE COSI 
FOSSE INVITIAMO TUTTI GLI ANTIRAZZISTI AD 
UNA PRESENZA MASSICCIA, escluso il PDS, 
che, tramite Elio Armano, segretario provinciale, 
esprimendo solidarietà' alla Lega in una disperata 
ricerca di alleanze politiche e di voti persi, ha di- 
mostrato ancora una volta la sua natura inquisito- 
ria. 

Nei nostri territori il fenomeno delle leghe ha ac- 
quistato una notevole rilevanza e a nostro avviso 
non e' riducibile a non troppo facili scematismi e di 
voti persi, ha dimostrato ancora una volta la sua 
natura inquisitoria. 

Nei nostri territori il fenomeno delle leghe ha ac- 
quistato una notevole rilevanza e a nostro avviso 
non e' riducibile a non troppo facili schematismi ed 
appiattimenti. Dobbiamo infatti tener presente un 
fatto inequivocabile: che la Lega ha polarizzato 
sicuramente un voto di protesta, di insofferenza 
diffusa, dì odio per lo stato centrale, anche tra i 
molti giovani e strati sociali proletari. Sicuramente 
anche in un quadro di scarsa conoscenza dei 
contenuti del programma leghista. Tanto per ca- 
pirci sono quelli che vorrebbero dividere l’Italia in 
tre repubbliche per un controllo sociale maggiore e 
per amministrare con piu' profitti i loro interessi che 
sono poi quelli dei padroncini dei laboratori del la- 
voro nero, di piccoli e medi imprenditori nelle cui 
fabbriche si continua a licenziare e ad ignorare i 
piu' elementari diritti dei lavoratori. Sono gli stessi 
che vogliono l'imbarbarimento della società' con la 
pena di morte, che chiedono la repressione e 
l'espulsione degli immigrati provocando nella gente 
un senso di malessere che sfocia in vere e proprie 
guerre tra poveri come ne sono esempio le conti- 
nue prese di posizione di interi quartieri contro ex- 
tracomunitari e nomadi, riproponendo lo stereotipo 
deH'immigrato che ruba il lavoro agli italiani, porta- 
tore di malattie come l'AIDS ecc. Da queste indi- 
cazioni della lega e di altri partiti ai continui attacchi 
razzisti il passo e' breve. 

Ma allora la "mescolanza" tra identità' e culture 
provoca nella gente manifestazioni di aggressività, 
la lega propone di tenere le culture rigidamente 
separate, escludere i diversi, chiudere le frontiere. 
Cerca di imporre una logica di divisione tra etnie e 
popoli fatte quindi di economie forti ed economie 
deboli (condannando quindi una vasta area di 


3 





popolazione mondiale, quella del terzo mondo, ad 
una condizione di inferiorità' perenne!), una logica 
nazionalista che nelle forme piu' estreme sta' pro- 
vocando la carneficina jugoslava: popoli che fino a 
poco tempo fa convivevano negli stessi e che oggi 
si scansano a vicenda. 

I programmi della lega non si discostano molto dai 
programmi statali; casomai si differenziano per 
una maggior spinta radicale che sara' oppurtuna- 
mente utilizzata dal sistema di potere per model- 
lare e accelerare progetti statali e padronali già' in 
corso! 

E' indispensabile la massima chiarezza e con- 
troinformazione per smascherare la politica leghi- 
sta che si scontra apertamenta con la nostra voglia 
di costruire nuovi processi di liberazione! 


8 File : MI20909.TXT 


Milano, 9.9.92 

Testo del manifesto stampato per pubblicizzare la 
partecipazione 

alla manifestazione del 12 settembre a Roma 

C'E' UN'OPPOSIZIONE 
CHE HA VISTO GIUSTO 

C'e' un'opposizione nata e cresciuta fuori dal par- 
lamento della Repubblica, nei quartieri, nelle 
scuole e sui posti di lavoro, fuori dalle linee di ogni 
partito, secondo il segno dell'autogestione e 
dell'autorganizzazione. 

E' l'opposizione che ha visto giusto! 

C'e' una destra sociale che in questi anni ha at- 
taccato le realta' sociali quanto i lavoratori, il diritto 
alla casa come quello alla salute, le fabbriche 
come i centri sociali. 

Sabato 12 settembre i Centri Sociali sono a Roma 
in uno spezzone di corteo antagonista per lo 
sciopero generale e la trasformazione radicale 
delle nostre condizioni di vita. 

Il pullman per Roma partirà' venerdì' 1 1 settembre 
alle ore 24 dal Centro Sociale Leoncavallo (per in- 
formazioni tei. 26140287) 

Centro Sociale Leoncavallo 


Ascolta Radio Onda Diretta - Fm 105.600 (tei. 
0337 328455) 

Sottoscrivi sul conto corrente postale n. 2231 1203 
intestato a "Associazione mamme del leocavallo 
per i centri sociali autogestiti" 


9 File : MI20910.TXT 


IL TEMPO DELLA VITA E' BREVE 
E SE VIVIAMO LO FACCIAMO 
PER CALPESTARE I RE!! 

Shakespeare 


Il 31/7/92 GOVERNO, CONFINDUSTRIA e CGIL- 
CISL-UIL hanno firmato un accordo che non può 
essere definito che "PROVOCATORIO" nei con- 
fronti dei lavoratori. 

Il 6 settembre '92 si è concluso il vertice straordi- 
nario del parlamentino CGIL che, richiesto come 
chiarimento di Trentin, ha pensato bene di confer- 
mare l'accordo e di riconfermare TRENTIN alla loro 
guida. 

Accordo, quello del 31 luglio, che sancisce defini- 
tivamente la sconfitta del sindacalismo e inaugura 
una nuova fase basata sul servilismo e sul disso- 
ciativismo tanto cari ai vertici. 

Accordo che arriva da lontano come risposta da 
parte del capitale al ciclo di lotta degli anni '60-70 
quando chi lottava per il salario veniva etichettato 
come sovversivo e chi scioperava fuori le linee 
sindacali come terrorista; per non parlare di quello 
che avveniva sul fronte sociale dove i proletari 
senza un "tetto" e senza reddito, occupavano le 
case e praticavano l'autoriduzione delle bollette!!! 
Accordo che si adegua alle decisioni di Maastricht 
dove si vede allineare alla centralizzazione del ca- 
pitale un processo di centralizzazione delle deci- 
sioni politiche; diventa così un passaggio obbligato 
per i "signori delle terre" la formulazione di ricette 
antiproletarie per uscire dalla crisi. 

Decisioni sempre più appannaggio di organismi 
sovranazionali come la Commmissione Europea, la 
Banca Mondiale, il Fondo Monetario internazionale 
etc. 

Non si può restare indietro nella corsa alle conqui- 
ste dai mercati che offrono i paesi del SUD/EST 
del mondo e così la soluzione sono i tagli alle 
spese sociali, compressione e indicizzazione sala- 
riale, privatizzazioni, flessibilizzazione della forza 
lavoro (quest'ultimo punto è stato assunto alla riu- 
nione dei ministri CEE di Oporto del 9-10 maggio 


4 





in sostituzione della cosiddetta EUROPA 
SOCIALE, ormai messa nel dimenticatoio. 

Il ruolo dei sindacati in tutto l'occidente è oggi 
quello di mediatore nel conflitto tra capitale e la- 
voro. il sindacato è coagente subordinato nei pro- 
cessi di ristrutturazione, in appendice corporativa 
cioè del sistema aziendale privato e di Stato. Il 
sindacato difende solo ed esclusivamente gli inte- 
ressi di un ceto privilegiato: quello dei funzionari 
sindacali. 

Uno strato sociale nuovo che è destinato ad assi- 
curarsi nicchie solide in vari settori produttivi, fi- 
nanziari ed amministrativi. Non siamo ancora al 
livello del sindacato del Sol Levante che in cambio 
della negazione del diritto di sciopero per gli inse- 
gnanti si è assicurato l'esenzione delle imposte per 
le proprie fortune finanziarie e immobiliari o al li- 
vello dei sindacati tedeschi, vere e proprie holding 
potentissime. 

Ma certo il sindacato di stato italiano è sulla buona 
strada. 

Del resto chi ha voluto fino in fondo la legge di au- 
toregolamentazione del diritto di sciopero in Italia? 
Per quale motivo, insieme alla Confindustria, 
CGIL-CISL-UIL pressano perchè siano istituiti i 
fondi pensioni con la loro attiva partecipazione 
nelle holding che le controlleranno? 

In una società dove più estrema è l'impostazione 
economica liberista, il ruolo del sindacato si va 
quindi estinguendo. 

Da questo deriva la scelta sindacale di rafforzare il 
proprio ruolo istituzionale, di "stabilizzatore di si- 
stema" a fronda di una reale crisi di consenso da 
parte dei lavoratori, ne e' esempio la scelta di 
scimmiottare, facendosi più realisti del re 

nell'applicazione della qualità totale (vedi accordo 
Zanussi), spacciandola per valorizzazione e libe- 
razione della creatività nel lavoro salariato. 

Il passaggio finale sarà quello da sindacato dei 
lavoratori a sindacato dei cittadini, una struttura di 
servizio nei confronti della società civile. 

Praticamente con la funzione di supporto e di 
puntello al traballante sistema dei partiti. 

Siamo quindi alle porte dell'Autunno che già qual- 
cuno definisce "caldo", ma viste le prospettive ri- 
schia di restare tiepido, se alla base del dibattito e 
delle iniziative non ci si sgancia dai soliti schemi di 
parte nonché teorici. 

Si valorizzi cioè un'iniziativa “trasversale" mirata al 
contrattacco contrattuale e non alle solite difese di 


misere rivendicazioni corporativite e minimali- 
ste alla faccia della TRIPLICE!! 

CONTRO LA DELEGA SINDACALE! 

PER L'AUTORGANIZZAZIONE! 

cobas scuola milano - usi maserati (mi) - usi 
ospedalieri (mi) - li.ra libera rappresentanza Brera 
(mi) - centro autogestito garibaidi (mi) - c.s. le- 
oncavallo (mi) 
per contatti: 

Centro autogestito Garibaldi 

Corso Garibaldi, 89 (ingresso Via Cazzaniga) 

Milano tel/fax 02/29002464 

Centro sociale Leoncavallo 

Via Leoncavallo, 22 Milano tel/fax 02/26140287 

Radio Onda Diretta Milano, tei. 0337/328455 


10 File: MI20911.TXT 


C'E‘ UN'OPPOSIZIONE CHE HA VISTO GIUSTO! 

Il 31 luglio Confindustria e Sindacato CGIL-CISL- 
UIL hanno definitivamente seppellito la scala mo- 
bile. Padrino il governo Amato, apparentemente 
"piccolo piccolo" e che invece, in questi 100 giorni, 
ha dispensato a piene mani ingiustizie e nuovo 
sfruttamento su operai e proletari. Il costo 
dell'ennesima ristrutturazione, il costo degli accordi 
di Maastricht per l'unità europea sacrifica ogni 
sorta di diritto: dentro e fuori le fabbriche. 

Scala mobile ma non solo! 

Questo governo ha portato a termine una politica 
pluridecennale che vuole la casa trasformata da 
bisogno/diritto a mezzo di incremento della rendita 
urbana. 

No ai padroni della città, ai padroni del territorio; è 
il messaggio di lotta che i Centri Sociali hanno 
portato materialmente nelle piazze di tutta Italia. 

Questo governo ha concretizzato, con il decreto 
Scotti-Martelli (oggi legge dello Stato) una politica 
carceraria che aggrava le condizioni di vita nelle 
carceri. 

Abbiamo portato davanti alle carceri di tutta Italia il 
segno del programma comunista di estinzione di 
ogni diseguaglianza e istituzione totale. 

Questo governo ha ricevuto dai precedenti il testi- 
mone di un rapporto di connivenza e cogestione 


5 




con le organizzazioni mafioso, e ha artificialmente 
creato, con le stragi in Sicilia, le premesse per un 
nuovo assetto del potere. 

Contro la militarizzazione del territorio sardo e sici- 
liano, contro la presenza militare USA, abbiamo 
attraversato l'Italia nei campeggi antimperialisti 
dell'estate '92. 

Questo governo Amato ha continuato a reprimere 
l'antifascismo, a gestire l'ordine pubblico con mal- 
celata e paterna connivenza con le aggregazioni 
della destra razzista, che si appresta, scimmiot- 
tando l'esempio tedesco, a rialzare completamente 
la testa. 

Decine di nostri compagni, processati, incarcerati e 
processandi, testimoniano una percezione corretta 
dei processi sociali e una pratica conseguente. 

Questo governo Amato è l'ennesima espressione 
di quella destra sociale che ha attaccato i diritti di 
tutti e la tasca di ciascuno. 

Sabato 1 2 settembre i Centri Sociali sono a Roma 
in uno spezzone di corteo antagonista per lo 
sciopero generale e la trasformazione radicale 
delle nostre condizioni di vita. 

Centro Sociale Leoncavallo 

Via Leoncavallo, 22 - Milano Tel./Fax 02 

26140287 

F.I.P. MI Leoncavallo 22-11 .9.92 



F.i.P. MI Leoncavallo 22 - 14/09/92 


ECN MILANO 


Centro Sociale Leoncavallo 

CONCERTI 

sabato 19 settembre 

CHILI CONFETTI (Berlin) 
TESTERS 
HIRN! 

domenica 20 settembre 

CITIZEN FISH (G.B.) 

venerdì' 25 settembre 

FREI GANG (Berlin) 

sabato 26 settembre 

FRATELLI DI SOLEDAD 
PERSIANA JONES E LE TAPPARELLE 
MALEDETTE 

venerdì' 2 ottobre 

DAVE ELDER (folk blues - USA) 

sabato 3 ottobre 

BURNING HEADS (Orleans - Fr.) 
THOMPSON ROLLETS 

venerdì' 9 ottobre 

INTIFADA 

sabato 17 ottobre 

YOUTH BRIGADE (Usa) 

sabato 24 ottobre 

LETHAL GOSPEL (Usa) 

sabato 31 ottobre 

AGENT '86 (Usa) 
PUNISHMENT PARK 

sabato 7 novembre 

NICOTINE SPYRAL SURFERS 


ecn milano 14 settembre 1992 


6